A sud di Mombasa è situata la spiaggia più sviluppata di tutto il Kenya, luogo più frequentato tra le località costiere kenyote, ricca di resorts, hotel lussuosi, ristoranti, discoteche e centri commerciali, sorti intorno ad uno degli arenili più spettacolari dell'Oceano Indiano, con la bianca spiaggia formata da frammenti di barriera corallina.

E' facile arrivare a Diani Beach. Da Mombasa bisogna prendere la strada C 106, che conduce fino in Tanzania, fino ad arrivare al villaggio di Ukunda. Da qui una deviazione a sinistra conduce in circa due chilometri e mezzo al centro turistico di Diani Beach.

Diani Beach è il luogo ideale per coloro che amano una vacanza all'insegna del divertimento e spensieratezza. E' nota, infatti, per la sua vita notturna, particolarmente vivace, per i suoi bei villaggi turistici.
La spiaggia di Diani è considerata una delle perle del Kenya. Il periodo migliore per trascorrere una vacanza a Diani è quello compreso tra dicembre ed aprile. Nei mesi successivi le spiagge risentono della presenza ingombrante delle alghe, che, addirittura, a volte, possono ricoprire, in gran parte, la spiaggia, rendendola meno spettacolare alla vista.
Le attività svolte a Diani Beach sono molteplici, e non si limitano alle proposte di immersioni e snorkeling, ma spaziano dal jet ski al kite surf, dallo sci d'acqua al divertente banana boat. Molti hotel organizzano corsi per principianti ad esempio, una lezione completa di kite surf ha un prezzo che si aggira sui 200 dollari americani.

Altre proposte interessanti riguardano le escursioni, qui prenotabili presso ogni albergo, oppure seguendo le proposte dei cosìddetti Beach Boys, procacciatori di clienti tra i turisti, a volte fastidiosi, a volte veramente simpatici. I prezzi delle escursioni proposti dai Beach Boys sono spesso molto allettanti, anche se i tour proposti dagli hotel hanno delle garanzie superiori. A chiunque ci si affidi per le escursioni, resort o beach boys, le escursioni più interessanti sono più o meno le stesse.
Per chi vuole provare l'ebbrezza del safari fotografico, occorre visitare la savana selvaggia di Tsavo, il celebre parco nazionale ricco di fauna africana, che spazia dai grandi felini fino agli elefanti ed altri mammiferi erbivori.
Più vicina, ma non meno interessante è la riserva delle Shimba Hills, o il celebre santuario degli elefanti di Mwalunganje. Ci sono poi escursioni che si possono compiere via mare, con visita ad isole e spiagge remote, e, spesso, con pranzo a base di pesce e molluschi appena pescati. Escursioni più lunghe conducono in direzione delle zone confinanti con la Tanzania, ad esempio all'isola di Funzi o a Shimoni e all'isola di Wasini.