A nord del Madagascar si concentrano numerosissime piccole isole, circa 115, comprese nell'arcipelago delle Seychelles.

Un piccolo grande paradiso tutto da scoprire. Le spiagge sono incantevoli, il sole, il relax e il divertimento vi accompagneranno in qualsiasi periodo sceglierete di visitare il paese. Sia che opterete per un soggiorno nelle isole di Mahè, a nord, più turistiche e meglio attrezzate, sia che preferiate il sud, con le isolette coralline quasi totalmente disabitate, avrete garantita una vacanza  indimenticabile in un luogo paradisiaco.

Quasi la totalità del paese è stato dichiarato territorio protetto: numerose sono le riserve e i parchi naturali, soprattutto acquatici per la salvaguardia delle tartarughe giganti e delle testuggini verdi.

Mahé è l'isola più vasta dell'arcipelago, ma anche la meno visitata. Vale la pena, invece, fermarsi qualche giorno per conoscere la capitale Victoria, con il suo Morne Seychelles, un parco nazionale che offre diversi percorsi per conoscere le specie botaniche. Si può visitare il Mercato centrale, le case colorate in stile coloniale del centro storico e dare uno sguardo alla Clock Tower, la copia in miniatura del Big Ben londinese. L'atollo di Aldabra e la Riserva Naturale Valèe de Mai sono stati addirittura World Heritage Sites  ( patrimoni dell'umanità).

Lingua

La lingua ufficiale è il creolo; l’inglese ed il francese sono parlati ovunque.

Moneta

La moneta locale è la Rupia Seychellese (SCR); accettati Euro, Dollari USA, la Rupia non viene accettata negli alberghi.

Norme Sanitarie

Non è richiesta nessuna vaccinazione.

Documenti

Passaporto in corso di validità.

Visti

Per i cittadini italiani il visto di entrata viene rilasciato gratuitamente all’arrivo alle Seychelles .

Fuso orario

Differenza con l’Italia: +3 ore (ora solare), +2 ore (ora legale).

Shopping

Artigianato locale in foglie di palma (borse, cappelli, cesti), in ceramica e in legno, batik colorati, spezie e cosmetici a base di cocco. Troverete un fiorente artigianato locale nei negozi di Victoria e presso il Villaggio Artigianale di Anse aux Pins: borse, cappelli e cesti in foglia di palma, oggetti ricavati dai gusci del cocco, gioielli di conchiglie, cosmetici a base di cocco. Inoltre il mercato di Victoria è l'occasione per acquistare le numerosissime spezie e l'olio di cocco. Nelle boutique potrete acquistare batik colorati, parei, scatole intarsiate e tante altre cose. I negozi sono aperti dalle ore dalla 08.00 alle ore 17.00 dal lunedì al venerdì e dalle 08.00 alle ore 12.00 il sabato. Alcuni negozi restano aperti anche la domenica mattina.

Cucina

Piatti  di cucina francese, indiana e cinese; alla base di ogni piatto vi è riso e pesce con varietà di spezie ed erbe aromatiche; non mancano piatti decisamente più esotici come le uova di sterna bollite, gelatina di Cocò de Mer, banane fritte al latte di cocco e l’insalata di cuori di palma. 

Telefoni

Per chiamare le Seychelles occorre comporre il prefisso 00248; per chiamare invece dalle Seychelles fate il numero 0039, seguito dal prefisso della città italiana e dal numero dell'abbonato. Le isole sono dotate di apparecchi telefonici pubblici a scheda. Quando sarete a Mahé vi consigliamo di acquistare una SIM CARD ricaricabile degli operatori locali, le tariffe locali sono molto convenienti per i turisti.

Elettricità

240 volt prese standard e Shuko.

Abbigliamento

L'abbigliamento più idoneo è senz'altro sportivo e informale; la sera in diversi alberghi è consigliabile indossare i pantaloni lunghi per gli uomini. Da non dimenticare gli occhiali da sole, torcia elettrica, creme protettive contro il sole, un cappellino e per gli amanti dello snorkeling maschera, pinne e boccaglio.

Religione

La popolazione Seychelles è in gran parte di religione cristiana: cattolica, anglicana e protestante. Ci sono poi minoranze cinesi e indiane che praticano le loro religioni tradizionali.

Regime politico

Le Seychelles sono una Repubblica indipendente nell'ambito del Commonwealth.

Divieti

Dal 1 gennaio 1995 alle Seychelles vige il divieto per la lavorazione e la vendita dei prodotti fatti con gusci di tartaruga. Nel caso qualcuno ne offrisse di contrabbando è bene rifiutare, non solo perché la richiesta facilita il massacro di una specie in pericolo, ma anche perché l'esportazione è illegale in quasi tutti i paesi del mondo, Europa compresa, e si rischiano multe salatissime e la confisca degli oggetti.

 

Galleria foto

1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>