ESSENZA DEL NORD E L’ISOLA DI YLANG YLANG

1° Giorno:  ITALIA / NOSY BE  

Arrivo a Nosy Be. Disbrigo delle formalità d’ingresso e trasferimento al porto di Hell Ville. Partenza con la barca verso Ankify. All’arrivo proseguimento in fuoristrada 4x4 verso Diego Suarez. Cena e pernottamento al GRAND HOTEL

2° Giorno : DIEGO / TSINGY ROUGE / DIEGO

Prima colazione e partenza per la visita degli « Tsingy Rouge », osservazione di spettacolari  blocchi di calcare scolpiti dalla pioggia e dal vento, dalle  punte acciaiate di colore rosso…pranzo picnic. Alla fine del pomeriggio ritorno a Diego. Cena e pernottamento all’ hotel GRAND HOTEL

3° Giorno:  DIEGO / MONTAGNE D’AMBRE / DIEGO

Prima colazione e direzione verso il Parco Nazionale della "Montagne d’Ambre", per un’intera giornata alla scoperta delle bellezze naturali della flora e della fauna del Madagascar. Cuore vivente e veritabile riserva d’acqua del Nord del Madagascar, la Montagna d’Ambre e’ uno dei parchi piu’ anziani del Madagascar. Questo parco  situato a 30 Km dalla citta’ di Antsiranana (Diego Suarez), e’ composto di una foresta umida, dominante un massiccio vulcanico a 1.475 mt d’altitudine. Il parco e’ facilmente accessibile arrivando da Diego Suarez e da Nosy Be. Sette specie di lemuri, tra i quali il famoso Eulemur Coronatus, e piu’ di 75 specie di  uccelli, dove il piu’ celebre e’ l’Ibis Huppe’. Le attrazioni : cascate, specie esotiche, crateri vulcanici…….Situato ad un altitudine compresa tra gli 850 metri e i 1.475 metri, questo anziano parco e’ stato creato nel 1.958, ed e’ la sorgente d’acqua per la regione del Nord del Madagascar. Il parco e’considerato da sempre come un luogo sacro per la popolazione di Diego Suarez. La montagna d’Ambre e’ comparabile alle foreste dell’ Est dell’ Isola, con le sue  mille specie di piante, il suo giardino botanico, le sue cascate e i giochi delicati del sole, tra le felci arborescenti, la montagne d’Ambre e’ un po’ come la « foresta di smeraldo » del Nord. Visitabile tutto l’anno di preferenza entro Settembre e Novembre. Pranzo picnic. Alla fine del pomeriggio ritorno a Diego, passando da Joffre ville, vecchio sito «  Fady » (tabou) trasformato dal Maréchal Joffre in stazione climatica  dei coloni di Diego.  Joffre Ville, è diventata un villaggio quasi fantasma, malgrado le sue belle case coloniali, oggi sfortunatamente e tristemente decadenti. Cena e pernottamento al GRAND HOTEL

4° Giorno:  DIEGO / 3 BAIES / DIEGO

Prima colazione e partenza in fuoristrada  4x4, per la scampagnata di una giornata nella grande baia di Diego Suarez incontrando nel percorso splendide spiagge, punti panoramici, caratteristici villaggi di pescatori. Tra una vegetazione costituita prevalentemente da arbusti bassi, qualche albero di baobab, alberi di casuarina, dopo circa un’ora d’interessante percorso arriveremo alla bella spiaggia di Sakalava, battuta da forti venti e paradiso dei surfisti. Proseguendo per l’affascinante pista si incontreranno la baia dei Piccioni e la  baia delle Dune che offrono uno splendida scenografia sull’Oceano Indiano e su alcune piccole isole. Proseguendo incontreremo la spiaggia di Orangea; possibilita’ di fare un bagno nelle acque cristalline e tranquille e riprendere il cammino fino al faro e al caratteristico villaggio di pescatori di Ramena. Pranzo in ristorante del luogo. Nel tardo pomeriggio rientro a Diego Suarez, cena e pernottamento all’hotel GRAND HOTEL

5° Giorno: DIEGO / MER D’EMERAUDE

Prima colazione e partenza per l’escursione nella spiaggia di Mer d’Emeraude con picnic. Nel pomeriggio Ritorno in hotel. Cena e pernottamento all’hotel GRAND HOTEL

6° Giorno: DIEGO / ANKARANA

Prima colazione e partenza per l’Ankarana. Arrivo al Parco Nazionale dell’Ankarana, classificato patrimonio mondiale. Il parco Ricopre una superficie di 18.000 ettari. Ha un insieme di grotte, fiumi sotterranei, canyon, « Tsingy », foreste secche e verdi, a circa 100 Km dalla citta’ di Antsiranana (Diego Suarez). Le sue grotte sono servite da rifugio e da necropoli al popolo Antakarana, durante la guerra tribale con il Re Radama I° nel XIX secolo, e sono divenute attualmente dei santuari naturali di credenze ancestrali. Il massiccio dell’Ankarana è il secondo luogo del Madagascar, dopo la riserva di Bemaraha (a Nord di Morondava), dove si possono ammirare gli « Tsingy », formazioni carsiche dalla visione stupefacente, dalle centinaia di guglie e dai picchi calcarei scagliati verso il cielo. Oltre a queste cattedrali naturali, l’erosione acquatica sotterranea ha provocato piu’ di un centinaio di grotte, dove si rifugiarono i re e la popolazione Antakarana, l’etnia di questa regione del Nord, durante il conflitto tribale interetnico. In cert’une di esse riposano ancora le tombe reali, ed il massivo e’ sempre l’oggetto di numerose cerimonie e « fady » (taboo). Il parco si presenta su un’area gradevole e possiede una flora e una fauna molto particolare ed endemica. Si trova’ tenere conto che per l’etnia degli Antekarana, questi luoghi sono ritenuti rigorosamente sacri, dove tradizioni locali e fady dovranno sempre essere rispettate. Pensione completa al RELAIS DE L’ANKARANA.

7° Giorno:  ANKARANA / ANKIFY

Dopo la prima colazione,  partenza per Ankify. Cena e pernottamento all’hotel BAOBAB

8° Giorno: ANKIFY / KOMBA / TANIKELY / NOSY BE

Partenza in barca da Ankify per Nosy Komba, divenuto il primo mercato artigianale del comprensorio di Nosy Be. Visita al Parco dei Lemuri e tempo libero per lo shopping nei caratteristici mercatini locali di quest’isola dove si possono acquistare stupendi manufatti quali ricami, statue, oggetti vari in legno di palissandro ed ebano. In seguito proseguimento in barca per l’isola di Nosy Tanikely per rilassarsi sulle bellissime spiagge o per dedicarsi allo snorkeling. Pranzo picnic sull’isola e proseguimento in barca per Nosy Be. Arrivo al porto di Nosy Be e trasferimento in hotel. Sisitemazione in mezza pensione all’hotel ROYAL BEACH

Dal 9° Giorno al 14° Giorno : NOSY BE

Soggiorno mare con sistemazione in mezza pensione all’hotel ROYAL BEACH

15° Giorno:  NOSY BE / ITALIA

Prima colazione e trasferimento all’aeroporto per il volo di ritorno.