Classic Namibia   

1° giorno : ITALIA/JOHANNESBURG

Partenza dall’Italia con volo di linea per Johannesburg. Cena e pernottamento a bordo.

2° giorno : JOHANNESBURG/WINDHOEK

Arrivo a Johannesburg e proseguimento con volo di linea per Windhoek. All’arrivo all’aeroporto Internazionale di Windhoek incontro con il ns. corrispondente e trasferimento al Kalahari Sands Hotel o similare. Pernottamento.

03° giorno: WINDHOEK - WATERBERG PLATEAU AREA

Pensione completa. Dopo la prima colazione. Mattinata libera. Nel primo pomeriggio incontro con la Vs. guida e partenza in direzione del Waterberg Palteau. Si inizia l’avventura dirigendosi verso nord. Tempo permettendo, sosta al mercato di Okahandja. La parola 'Okahandja' deriva da una delle lingue locali e significa: 'Il luogo dove due fiumi si congiungono per formarne uno unico e vasto”. Questa città è ricca di storia riguardante la popolazione Herero e Nama. Okahandja ha una tranquilla atmosfera, con diversi siti storici da visitare, oltre ha una grande varietà di specie di uccelli che popolano la zona. Sul lato opposto della stazione di rifornimento si trova il famoso mercato dell’artigianato in legno di Okahandja – ideale per una sosta veloce. Questo è il secondo più grande mercato dove vengono venduti manufatti in legno intagliato della Namibia e una delle maggiori attrazioni turistiche. Dopo la sosta si prosegue per il Waterberg Plateau. Le torri del Waterberg Plateau si innalzano di circa 200 metri sulle pianure circostanti. Mentre il “plateau” è arido, in cima ci sono molte sorgenti permanenti e acque in superficie. Il risultato, la vegetazione è lussureggiante, verde e differente. Quest’area è ricca di fauna. Specie endemiche come il rinoceronte nero e bianco, antilope nera e gnu blu popolano la zona. Nell’attuale parco del Waterberg Plateau si possono fare escursioni e passeggiate rilassanti. E’ presente un rest camp con ristorante, chalet per le vacanze, piscina e area camping, il Waterberg Restcamp. Durante il pomeriggio, primo safari namibiano nell’area del Waterberg. Pernottamento.

4° giorno : WATERBERG PLATEAU AREA – ETOSHA NATIONAL PARK

Pensione completa. Dopo la prima colazione partenza per il nord verso l’ Etosha National Park. Sosta lungo il percorso per una visita al mercatino di Okahandja per un po’ di shopping. Arrivo all’ Etosha Safari Camp in tempo per il pranzo. Nel pomeriggio primo safari fotografico nel parco. Il parco dell’ Etosha è un parco nazionale situato nel nord del Paese, con un'estensione complessiva di 22.000 km². Nella lingua oshivambo (parlata dall’ etnia che popola la regione), il nome "Etosha" significa "grande luogo bianco", con riferimento al colore del suolo del deserto salino che costituisce il 25% dell'area. L’Etosha Pan è infatti la vastissima depressione salina che occupa buona parte della zona orientale del Parco e che occasionalmente viene raggiunta dalla acque provenienti dal bacino pluviale dell'Angola. Il parco ospita 114 specie di mammiferi 340 di uccelli , 110 di rettili , 16 di anfibi e persino una specie di pesci . Le autorità namibiane hanno recentemente reintrodotto i rinoceronti neri e i rinoceronti bianchi, che è relativamente facile avvistare nei pressi della pozza di Okaukuejo. Arrivo in tempo per il pranzo e sistemazione all’ Etosha Safari Camp. Su una piccola collina, vicino alla catena Montuosa dell’Ondundozonanandanana, si trova l’Etosha Safari Camp, a soli 10 km dall’Etosha National Park. I bungalow dal design unico, in stile safari, propongono un caldo ambiente africano. Ogni unità è dotata di zanzariere, aria condizionata, bagno e una piccola veranda. Il Ristorante Okambashu e il Bar Oshebeena ricreano un autentico bar di città in Africa, con la tipica gioia di vivere. Colazione, pranzo e cena sono servite nel ristorante in stile fattoria. Gli ospiti possono rilassarsi in piscina o godersi una passeggiata sui sentieri circostanti. Nel pomeriggio fotosafari nel parco. Pernottamento.

5° giorno : ETOSHA

Pensione completa. Intera giornata di safari nel parco nazionale Etosha. Pernottamento al Camp

6° GIORNO ETOSHA/OPUWO

Pensione completa. Dopo la prima colazione partenza per il Kaokoland. Arrivo a Opuwo Pranzo al sacco lungo il percorso. Opuwo è la cittadina principale della Namibia nord-occidentale, chiamata Kaokoland. E’ l’ultimo centro abitato prima di entrare in una zona desolata popolata principalmente dall’etnia degli Himba.Gli Himba o Ovahimba sono un’etnia semi-nomade che si occupa dell’allevamento di bestiame (ovini e bovini); a differenza di altre popolazioni hanno subito poca influenza da parte del mondo occidentale mantenendo inalterate molte delle loro tradizioni.Sistemazione all’ Ohakane Lodge. L’Ohakane Lodge dispone di ristorante, bar e piscina. Ohakane Lodge prende il nome dal licaone Africano (Lycaon pictus), chiamato dalla popolazione Ovahimba “Ohakane”. Situato al centro del Kaokoland, il Lodge è a pochi chilometri da Opuwo. Ohakane è il punto di partenza ideale per scoprire la regione del Kaokoland e visitare i villaggi tradizionali degli Ovahimba. Pernottamento.

7° GIORNO OPUWO/TWYFWLFONTEIN/DAMARALAND

Pensione completa. Dopo la prima colazione partenza per la visita ad un villaggio Himba, poi si prosegue per la regione del Damaraland .Il Damaraland è la regione centrale della Namibia, dove gli elefanti cosiddetti del deserto migrano per molti chilometri alla ricerca dell’acqua quando i fiumi sono ridotti per mesi e mesi ai loro letti asciutti e pietrosi. Tra i fiumi Ugab e Huab, paesaggi affascinanti fatti di grandi distese semidesertiche e intonse, punteggiate da colline e formazioni rocciose isolate, si dipingono di colori pastello all’alba e al tramonto. Il Damaraland è una regione arida e montuosa della Namibia centro-settentrionale. Prende il nome dal popolo Damara , che abita nella regione. Il Damaraland è situato fra l' Ovamboland (a nord), il Deserto del Namib (a ovest), e il Deserto del Kalahari a est. Nella zona predominano le arenarie , di colore rossastro, e datate dai geologi a oltre 150 milioni di anni fa. Sistemazione al Damara Mopane Lodge. Costruito sotto gli alberi di Mopane e collegato da un labirinto di sentieri, l’edificio principale e gli chalet del Damara Mopana Lodge ricreano l’aspetto di un villaggio africano. I muri sono decorati con copie delle formazioni rocciose di Twyfelfontein. Ognuno dei 55 chalet, dotato di aria condizionata, è circondato da giardini. Il lodge presenta una piscina e un punto panoramico dove rilassarsi al tramonto ed è il punto di partenza per la scoperta del territorio del Damaraland. Pernottamento.

8° GIORNO DAMARALAND-ESCURSIONE A TWYFELFONTEIN

Pensione completa. Dopo la prima colazione si partirà alla volta di Twyfelfontein. Twyfelfontein (in tedesco Zweifelbrunn) è una valle della Namibia, situata nel Damaraland, circa 90 km a ovest di Khorixas. È nota per gli oltre 2000 dipinti rupestri e graffiti dell'età della pietra presenti sulle rocce di arenaria; il sito è stato dichiarato monumento nazionale nel 1952. Si ritiene che questi disegni siano stati fatti dagli antenati dei moderni San (Boscimani). La datazione è incerta, ma si pensa che i disegni più antichi possano avere più di mille anni. Rappresentano soprattutto scene di caccia a diversi animali (elefanti, leone, rinoceronti, giraffe, otarie e altri), molti dei quali sono rappresentati insieme alle loro impronte. Il paleontologo francese Henri Breuil ha definito questi disegni "paesaggi dell'anima. Inoltre in questa regione si trova la curiosa formazione in basalto conosciuta con il nome di “Organ Pipes”. Pranzo al Twyfelfontein Country Lodge. Rientro nel tardo pomeriggio al Damara Mopana Lodge.

9° GIORNO DAMARALAND/SWAKOPMUND

Dopo la prima colazione partenza verso Swakopmund. Lungo la strada visita a Cape Cross, dove si potrà vedere la straordinaria colonia delle foche. Al termine si prosegue per raggiunge la seconda città della Namibia, Swakopmund. Swakopmund, nacque intorno alla fine del secolo scorso, per l’esigenza di un’alternativa di sbocco al mare a Walvis Bay, come secondo porto mercantile. Dalla prima guerra mondiale, perse questa caratteristica per diventare il più frequentato luogo di villeggiatura della Namibia. Caratteristico il suo paesaggio, dove le strade asfaltate e le case sembrano appoggiate sulla sabbia. Da qui si possono effettuare interessanti escursione in aereo, con destinazioni come Skeleton Coast, deserto del Namib. Sistemazione al Beach Hotel. Situato a soli 50 mt dall’ Oceano, il Beach Hotel è la combinazione tra architettura moderna e i servizi più classici. E’ presente una terrazza sul tetto che permette una vista a 360° sulla città, le dune ed il mare. Inoltre una ristorante ed un piccolo bar al piano terra sono a disposizione degli ospiti. Pernottamento in albergo.

10° GIORNO SWAKOPMUND/DESERTO DEL NAMIB

Pensione completa. Dopo la prima colazione partenza per Walvis Bay per la breve crociera nella laguna alla scoperta degli animali marini e non che popolano quest’area: foche, delfini, numerose specie di uccelli. A bordo verrà servito un piccolo spuntino a base di ostriche e vino frizzante. Nel primo pomeriggio partenza per Il Namib Desert. Il Namib è considerato uno dei più antichi deserti del mondo e presenta un variegato territorio composto da dune di sabbia, banchi di ghiaia e la scenografica laguna di Sandwich. Arrivo e sistemazione al Namib Desert Lodge. Namib Desert Lodge si trova a soli 60 km a nord di Sesriem, ai piedi di una rupe di arenaria rossa. La struttura è circondata da alberi ad alto fusto e palme. L’edificio principale dispone di una reception, bar, una grande verande e di due piscine. Cena e pernottamento.

11° GIORNO DESERTO DEL NAMIB

Pensione completa. Dopo la prima colazione si partirà per visitare Sossusvlei. Si tratta delle dune di sabbia più alte (300 metri) e più antiche del mondo. Si è detto molto e scritto altrettanto su questo meraviglioso scenario: le dune che si colorano all’alba e le variazioni di arancione e rosso che assumono mentre progressivamente sorge il sole, sono uno spettacolo veramente emozionante. Proseguimento per Il canyon di Sesriem: lungo circa un chilometro e profondo fino a 30 m. Il fiume Tsauchab, asciutto per gran parte dell'anno, lo ha scavato nella roccia sedimentaria nell'arco di un periodo di circa 15 milioni di anni. In afrikaans, "Sesriem" significa "sei cinghie", e deriva dal fatto che i primi coloni dovevano usare un sistema di sei corregge per estrarre l'acqua dal fondo della gola. In alcuni tratti il canyon è piuttosto stretto (fino a un minimo di 2 m); in questi punti si formano delle pozze d'acqua perenni, da cui gli animali possono bere. Rientro al Namib Desert Lodge, cena e pernottamento.

12° GIORNO DESERTO DEL NAMIB/WINDHOEK/ITALIA

Prima colazione e partenza per Windhoek. Pranzo al sacco lungo il percorso. Arrivo e trasferimento in Aeroporto in tempo utile per la partenza del volo internazionale per Johannesburg. Arrivo e proseguimento con volo di linea per l’Italia. Cena e pernottamento a bordo