Giordania

I tesori nel deserto

La Giordania si trova in Medio Oriente ed è in prevalenza desertica, fra i Paesi arabi è quello geograficamente più vicino ad Israele. La popolazione risiede in gran parte nella zona compresa fra la capitale Amman e la valle del fiume Giordano, più favorevole all’insediamento umano.

Da sempre associata alla splendida città di Petra, la Giordania è una terra che offre molte suggestioni a chi ha il privilegio di visitarla. Situata a nord-ovest della penisola arabica, confina a nord con la Siria, a nord-est con l’Iraq, a est, sud-est e a sud con l’Arabia Saudita e a ovest con Israele e i territori occupati della Cisgiordania. Grazie alla sua straordinaria ricchezza culturale e paesaggistica, la Giordania è una meta che soddisfa qualsiasi esigenza e appaga l’occhio con gli spettacolari canyon nel deserto, i suoi castelli, le sue rovine antiche citate in molti episodi della Bibbia e con le innumerevoli escursioni che si possono compiere a cavallo, in jeep o semplicemente a piedi. Il Mar Rosso (dove è possibile effettuare belle immersioni) e il suggestivo Mar Morto completano l’offerta e accontentano anche chi, oltre all’avventura, è in cerca del meritato relax, senza tralasciare la cultura.

Grazie alla sua straordinaria ricchezza culturale e paesaggistica, la Giordania è una meta che soddisfa qualsiasi esigenza e appaga l’occhio con gli spettacolari canyon nel deserto, i suoi castelli, le sue rovine antiche citate in molti episodi della Bibbia e con le innumerevoli escursioni che si possono compiere a cavallo, in jeep o semplicemente a piedi.

Le cose da vedere in Giordania

AMMAN

La città bianca, come viene chiamata per il colore chiarissimo della pietra locale molto diffusa, è la capitale del Paese. Ha 2 milioni di abitanti, un terzo dell’intera nazione. Sono interessanti sia i quartieri moderni sia la Cittadella, una sorta di Acropoli di epoca romana, ricca di reperti archeologici. Nella città bassa molto ben conservato è il Teatro romano, risalente al II secolo. Il Paese nel suo complesso presenta più resti archeologici legati ai romani e bizantini che non a dominazioni turche o arabe.

MAR MORTO

Uno dei luoghi più particolari del pianeta: un grande lago le cui rive si trovano 400 m sotto il livello del mare, il punto più basso al mondo sulla terraferma. Si trova al confine tra Giordania, Israele e Cisgiordania. Vari fattori climatici hanno reso le sue acque nove volte più salate di quelle del mare, rendendole inadatte alla vita ma al tempo stesso conferendo loro importanti proprietà terapeutiche e curative. Inoltre l’altissima salinità permette di galleggiare con grande facilità: un’esperienza da provare una volta nella vita! Sulle sue rive sorgono numerosi stabilimenti termali che ne sfruttano le acque e i sali.

SHOBAK E I CASTELLI

Ce ne sono tantissimi. Il nostro preferito è forse quello di Shobak, più per la sua posizione in mezzo a terre aride e desolate (non lontano da Petra) che per quello che conserva realmente al suo interno. Ma a meritare una visita sono anche il forte di Al-Karak, a pianta trapezoidale, con quattro torri angolari e un fossato, edificato dai crociati nel XII secolo, lungo la Strada dei Re, e quello di Ajloun, avamposto sulle verdi colline che dominano il nord del Paese.

MONTE NEBO

Luogo fondamentale del racconto biblico e meta di pellegrinaggio, il Monte Nebo è un punto panoramico sulla valle del Giordano, dove Mosè sostò in contemplazione della Terra Promessa. Qui si trova un santuario costruito dai Francescani dove sorgeva un precedente monastero di epoca bizantina; all’interno, di particolare bellezza è il pavimento a mosaico della sala nord, risalente al VI secolo e che raffigura animali e scene di caccia. Fuori, la vista spazia fino a Gerico e Gerusalemme. La scultura cruciforme con serpenti di rame intrecciati opera dell’artista fiorentino Gian Paolo Fantoni vuole ricordare il Nehushtan, il bastone di Mosè, ma al tempo stesso la crocifissione di Cristo.

QUSAYR AMRA E I CASTELLI DEL DESERTO

Molto meno visitati rispetto a Jerash, Petra e Madaba, anche i cosiddetti “castelli del deserto”, a est di Amman, sono tesori da non perdere in un viaggio in Giordania. Si tratta di palazzi costruiti o risistemati dai califfiOmayyadi nell’VIII secolo; il più spettacolare è quello di Qusayr Amra, Patrimonio Unesco, un piccolo edificio con coperture a volta che deve la sua importanza agli straordinari affreschi interni, che si estendono per 350metri quadri e raffigurano più di 250 fra figure umane e animali.

MADABA

Madaba è famosa per i sui straordinari mosaici. Tra questi, il più conosciuto è quello ospitato nella chiesa ortodossa di San Giorgio: al suo interno si trova infatti la Mappa di Terrasanta, un mosaico risalente al 560 d.C. che descrive con grande accuratezza l’area mediorientale dall’Egitto alla Palestina, indicando (in greco) più di 150 località. Al centro spicca, facilmente individuabile, la Città Santa di Gerusalemme. In origine il mosaico misurava circa 18 x 10 metri, ma solo un terzo è giunto intatto ai giorni nostri. Ma molti altri sono i tesori archeologici di questa piccola e graziosa città, sparsi in varie chiese e tra i vicoli del centro.

WADI RUM

La porta d’accesso al deserto giordano, luogo di straordinaria suggestione. Da un’area visitatori attrezzata partono escursioni di poche ore o di più giorni attraverso il deserto, in jeep o a dorso di dromedario. Non immaginatevi soltanto dune di finissima sabbia arancione: ci sono anche quelle, ma la bellezza del Wadi Rum sta soprattutto nelle sue montagne (come quella nota come i Sette Pilastri della Saggezza) e nelle sue formazioni rocciose, talvolta modellate dall’erosione del vento in forme fiabesche, come archi, ponti giganteschi, funghi di roccia. Tra i canyon e le gole, anche numerose incisioni rupestri, lasciate dai popoli che un tempo vi abitavano.

AQABA

La Giordania ha uno sbocco sul mare, anche se minuscolo: qui si trova la cittadina di Aqaba (Al-Aqabah), sul Mar Rosso, situata a pochi chilometri da Eilat (Israele). Località balneare in rapida crescita, ospita un forte mamelucco del XVI secolo e una delle chiese cristiane più antiche al mondo, quella cosiddetta di Ayla; ma il suo tesoro maggiore è la barriera corallina che si può ammirare poco lontano dalla costa, ricca di straordinarie forme di vita. Vi si può accedere sia facendo snorkelling dalla costa, sia – per chi possiede un brevetto – con immersioni meravigliose.

JERASH/GERASA

Jerash, l’antica Gerasa, è una cittadina nel nord del paese, a circa 30 km da Amman. Il primo insediamento risale all’epoca di Alessandro Magno; tuttavia Gerasa divenne importante con l’avvento dei Romani. Nonostante l’area archeologica sia solo una piccola parte della città originaria, Gerasa stupisce per la grandiosità e la magnificenza. È uno dei siti romani più vasti e più grandiosi fuori dal nostro Paese. Al suo interno, spiccano il Tempio di Artemide, il Teatro sud, l’Arco di Adriano e la maestosa Piazza Ovale che si apre sul cardo maximus. Davvero un’immersione totale nel mondo antico.

PETRA

Se c’è un luogo che da solo vale il viaggio in Giordania è senza dubbio Petra. La città scavata nella roccia rosa in un arido deserto in epoche remote ha sempre colpito l’immaginazione dei visitatori. Abbandonata nell’VIII secolo, fu riscoperta dall’esploratore svizzero Burckhardt nel 1812. Oggi è visitabile nel corso di una o più giornate (si cammina parecchio, siate attrezzati) ed è un susseguirsi di passaggi angusti e spettacolari vedute di palazzi scolpiti nella viva roccia, dai nomi suggestivi e fiabeschi: il Tesoro, il Monastero… Nonostante sia molto frequentato dai turisti, il suo fascino risulta inalterato. Una curiosità: il luogo dove è custodito il Santo Graal nel film Indiana Jones e l’ultima Crociata è lo straordinario tesoro di Petra.

Sicurezza e Garanzia per i Vostri Tour Giordania.

Ahotsun è un tour operator specialista Giordania, sempre in stretta collaborazione con l’ente del Turismo giordano Visit Jordan. Inoltre per i nostri viaggi guidati in Giordania ci avvaliamo esclusivamente di esperte guide parlanti italiano con una profonda esperienza e conoscenza del territorio.

No results found.

Aggiorneremo quanto prima la lista delle strutture.